HomeRicerca NewsStranieri irregolari e accesso alle strutture sanitarie. Che cos’è il codice STP?



16 luglio 2021

Stranieri irregolari e accesso alle strutture sanitarie. Che cos’è il codice STP?

Le risposte alle domande più frequenti dal Manuale d’uso per l’integrazione
È possibile accedere a prestazioni mediche se sono uno straniero irregolarmente presente in Italia?

Ai cittadini stranieri presenti irregolarmente sul territorio italiano viene assegnato, all’atto della richiesta di cure oppure su richiesta esplicita, un codice di identificazione, chiamato STP (Straniero Temporaneamente Presente), valido per 6 mesi e rinnovabile.

L’accesso alle strutture sanitarie da parte del cittadino straniero irregolarmente presente in Italia non comporta la segnalazione alle autorità di polizia, tranne nei casi in cui la denuncia sia obbligatoria per legge.

È possibile accedere a prestazioni sanitarie se non ho danaro per pagare il ticket?

Se il cittadino straniero non dispone di sufficiente danaro, pagherà solo una parte del ticket (quota di partecipazione). Il cittadino straniero totalmente sprovvisto di danaro (situazione di indigenza) può essere esonerato dal pagamento della quota di partecipazione al ticket, sottoscrivendo la “dichiarazione di indigenza”, valida 6 mesi.
Così come è previsto per i cittadini italiani, anche lo straniero presente irregolarmente in condizione di indigenza è esonerato dal pagamento del ticket in questi casi:
• prestazioni sanitarie di primo livello (medicina generale, Sert, Consultorio familiare, ecc);
• urgenze. Sono urgenti le cure che non possono essere deferite senza pericolo per la vita o danno per la salute della persona;
• stato di gravidanza;
• patologie esenti;
• in ragione dell’età o di gravi stati invalidanti.

Per maggiori informazioni, è possibile rivolgersi in un ufficio STP presso la ASL o un ospedale ove presente.


Per saperne di più 

(Fonte: Manuale d'uso per l'Integrazione 2021)