HomeRicerca ApprofondimentiFlussi 2023-25, le nuove quote di ingresso per lavoro



Flussi 2023-25, le nuove quote di ingresso per lavoro


Le quote sono distribuite su tre anni per diverse tipologie di lavoro e lavoratori. Il 18 marzo il primo click day per l'anno 2024

E' stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 3 ottobre  2023, il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 27 settembre 2023 recante  “Programmazione dei flussi d'ingresso legale in Italia dei lavoratori stranieri per il triennio 2023-2025” con cui sono state fissate le nuove  quote dei lavoratori stranieri che possono fare ingresso in Italia per lavorare.

Per la prima volta quest'anno, viene sperimentata una programmazione su base triennale, così come previsto dal decreto-legge n. 20 del 2023 (all’articolo 1). Per il triennio 2023-2025  è stato quindi previsto un unico atto sia la programmazione del triennio, tenuto conto dell’analisi del fabbisogno del mercato del lavoro, che la determinazione annuale delle quote.
Il nuovo DPCM definisce, in particolare, i criteri per la determinazione dei flussi, nell’ambito e al di fuori delle quote, fissa le quote per il triennio (fissando già le date per l'invio delle domande anche nel 2024 e nel 2025) e da disposizioni sulle procedure.
Dopo i click day del 2, 4 e 12 dicembre, le prossime date fissate per l'invio delle domande  (a seguito del rinvio disposto con il DPCM del 19 gennaio 2024) sono:

- dalle ore 9:00 del 18 marzo potranno essere inviate le domande per i lavoratori subordinati non stagionali cittadini di Paesi che hanno accordi di cooperazione con l’Italia;

- dalle ore 9:00 del 21 marzo potranno essere inviate le domande per gli altri lavoratori subordinati non stagionali (anche del settore dell'assistenza familiare e socio-sanitaria);

- dalle ore 9:00 del 25 marzo potranno essere inviate le domande per i lavoratori stagionali.

Criteri comuni e specifi

I settori produttivi 

Le quote in dettaglio

 La procedura


 La normativa