HomeRicerca NewsRegolarizzazione, le istruzioni dell’Inps sul pagamento del contributo forfettario



01 giugno 2021

Regolarizzazione, le istruzioni dell’Inps sul pagamento del contributo forfettario

Fornite anche le istruzioni sulla contribuzione dovuta nel caso di inammissibilità della domanda o di rigetto dell’istanza

Con la Circolare n. 79 del 28 maggio 2021, sono state fornite dall’Inps indicazioni sul contributo forfettario dovuto per le domande di emersione dei rapporti di lavoro irregolari oggetto della regolarizzazione prevista dall'art. 103 del D.L. n. 34/2020.

L’articolo 103 prevedeva al comma 7 che le istanze di regolarizzazione fossero presentate previo pagamento, con le modalita' previste da un decreto interministeriale, di un contributo forfettario di 500 euro per ciascun lavoratore. La stessa norma prevedeva inoltre il pagamento di un contributo forfettario per le somme dovute dal datore di lavoro a titolo retributivo, contributivo e fiscale, la cui determinazione e le relative modalita' di acquisizione venivano demandate a un decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali.

Con il Decreto 7 luglio 2020 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, era stato disciplinato l’importo di tale contributo, rinviano ad una successiva circolare dell’Inps per la definizione degli ulteriori adempimenti.

La nuova circolare dell’Inps fornisce quindi tutte le indicazioni relative a tale contributo forfettario, agli adempimenti informativi e contributivi per i periodi per i quali il contributo non è dovuto oltre che sulla contribuzione dovuta nel caso di inammissibilità della domanda o di rigetto dell'istanza.

Le indicazioni relative al contributo forfettario di 500,00 euro previsto dall’articolo 103, comma 7, primo periodo, sono invece contenute nella Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate n. 27/E del 29 maggio 2020 e nel messaggio dell’Istituto n. 2327/2020.

Per ulteriori informazioni, consulta la Circolare dell’Inps del 28 maggio 2021.