Progetti della regione Toscana

PROGRAMMAZIONE PLURIENNALE IN TEMA DI POLITICHE DEL LAVORO E DELL'INTEGRAZIONE 2014-2020

All'interno della programmazione pluriennale in tema di politiche del lavoro e dell'integrazione 2014-2020 la Direzione Generale dell'immigrazione e delle politiche di integrazione ha sottoscritto nel Dicembre 2014 degli Accordi di programma con 17 Regioni per definire una programmazione integrata in tema di politiche migratorie nel periodo 2014 - 2020, secondo una logica di coordinamento e integrazione degli interventi e degli strumenti finanziari di competenza nazionale e regionale.

Gli Accordi di Programma prevedevano la predisposizione da parte delle Regioni di un Piano integrato degli interventi in materia di inserimento lavorativo e di integrazione sociale della popolazione migrante.

I Piani integrati sono stati articolati in tre sezioni:
  1. analisi del contesto regionale, in cui si evidenziano le caratteristiche quali – quantitative del fenomeno migratorio e l'organizzazione del sistema dei servizi territoriali disponibili in materia di lavoro e integrazione;
  2. azioni propedeutiche per la progettazione, strutturazione, sperimentazione del sistema dei servizi territoriali integrati a valere sulle risorse nazionali del Fondo Politiche Migratorie (FPM);
  3. azioni pilota declinate secondo le priorità di intervento definite nella programmazione integrata:
  • aumentare la partecipazione della popolazione migrante regolarmente presente in Italia alle politiche attive del lavoro e di integrazione sociale;
  • contrastare la povertà e l'esclusione sociale dei migranti di lungo periodo con familiari a carico;
  • promuovere programmi di inserimento socio-lavorativo rivolti a target particolarmente vulnerabili, come per esempio i richiedenti/titolari protezione internazionale e i minori stranieri non accompagnati prossimi alla maggiore età;
  • promuovere programmi rivolti ai giovani provenienti da un contesto migratorio attraverso misure rivolte al contrasto alla dispersione scolastica e al raccordo tra la formazione e il mondo del lavoro;
  • supportare le attitudini imprenditoriali dei cittadini migranti mediante la valorizzazione delle loro competenze.


PIANO INTEGRATO


La Regione Toscana all'interno del proprio Piano integrato ha previsto la realizzazione delle seguenti azioni:

Azioni propedeutiche

I Azione – Costituzione di una Cabina di Regia che coinvolga il settore politiche sociali area immigrazione, orientamento e lavoro ed attori locali

II Azione – Promozione di reti tra pubblico privato

III Azione – Organizzazione di tre incontri seminariali tematici rivolti agli operatori dei servizi sociali ed area lavoro per la disseminazione modello MELT

IV Azione – Costituzione di equipe multidisciplinari di coordinamento istituzionale per l'implementazione di un sistema integrato dei servizi (Modello MELT)

V Azione – Mappatura dei servizi socio assistenziali e per il lavoro presenti sul territorio

VI Azione – Monitoraggio delle opportunità formative/lavorative e realizzazione di un database da mettere a disposizione degli operatori e degli utenti in modalità on line

VII Azione – Raccordo tra settore lavoro e socio assistenziale per la definizione di un punto unico di accesso ai servizi

VIII Azione – Formazione per gli operatori degli sportelli

Accordo per la programmazione e lo sviluppo di un sistema di interventi finalizzati a favorire l'integrazione sociale e l'inserimento lavorativo dei migranti regolarmente presenti in Italia

PIANO INTEGRATO DEGLI INTERVENTI IN MATERIA DI INSERIMENTO LAVORATIVO E DI INTEGRAZIONE SOCIALE DEI MIGRANTI

La Regione Toscana ha concluso le attività progettuali e ha presentato la relazione finale nei termini stabiliti.




FONDO ASILO, MIGRAZIONE E INTEGRAZIONE - FAMI 2014-2020

AVVISO MULTIAZIONE 1/2016
L'avviso intende promuovere la realizzazione di piani d'intervento regionali per l'integrazione dei cittadini di paesi terzi regolarmente presenti in Italia

Avviso pubblico multi-azione a valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 (FAMI)OS2 Integrazione/Migrazione legale - ON2 Integrazione – Piani d'intervento regionali per l'integrazione dei cittadini di paesi terzi


PIANO DI INTERVENTO REGIONALE PER L'INTEGRAZIONE DEI CITTADINI DI PAESI TERZI


Decreto di proroga del termine di conclusione delle attività dei progetti a valeresull’Avviso 1/2016
Il termine finale delle attività progettuali di cui all’Avviso pubblico multi-azione n. 1/2016 per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione 2014-2020 – OS2 Integrazione/Migrazione legale – ON2 Integrazione – Piani d’intervento regionali per l’integrazione dei cittadini di paesi terzi, è esteso fino al 31 dicembre 2018.

L'Avviso è concluso



AVVISO IMPACT 1/2018 - INTEGRAZIONE DEI MIGRANTI CON POLITICHE E AZIONI COPROGETTATE SUL TERRITORIO

L'Avviso è rivolto alle Regioni e alle Province Autonome, per il consolidamento dei Piani d'intervento regionali per l'integrazione dei cittadini di paesi terzi avviati attraverso l'Avviso multi-azione n.1/2016
Avviso pubblico multi-azione n. 1/2018 per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) 2014-2020 - OS2 Integrazione/Migrazione legale - ON2 Integrazione per il consolidamento dei Piani d'intervento regionali per l'integrazione dei cittadini di paesi terzi

Sintesi proposta progettuale

Pagine informative sul Progetto TEAMS FAMI 2014-2020


AVVISO PRIMA 2/2018 - PROGETTO PER L'INTEGRAZIONE LAVORATIVA DEI MIGRANTI

L'avviso è rivolto alle Regioni e alle Province Autonome e intende promuovere la realizzazione di Piani di rafforzamento dell'integrazione lavorativa dei migranti.

Avviso pubblico n. 2/2018 per la presentazione di progetti da finanziare a valere sul Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) 2014-2020 - OS2 Integrazione/Migrazione legale - ON2 Integrazione piani di rafforzamento dell'integrazione lavorativa dei migranti

Sintesi proposta progettuale

La Regione Toscana ha aderito alla Proroga onerosa con cui è stata aumentata la dotazione finanziaria ed è stato prorogato il termine finale delle attività progettuali al 30 giugno 2022